Home Dio Che razza di nome è Jhwh. Alle origini del nome santo. Parte...

Che razza di nome è Jhwh. Alle origini del nome santo. Parte prima

Il Dio dell’Antico Testamento la Bibbia ce lo presenta con un nome proprio. Gli ebrei per rispetto rifiutano di pronunciarlo. Le quattro consonanti che lo formano sono dette tetragramma. Jhwh (tetragramma sacro) è stato sostituito dall’appellativo ’adonaj (da ’dwn)* «Signore» (lo si ritrova in parecchie traduzioni della Bibbia, la prima è quella greca della settanta), oppure, nei casi in cui il sostantivo ’adonaj precede il tetragramma sacro, si ricorre alle vocali di ’elohim (= Dio) senza che le consonanti relative vengano annotate a margine.
Si tratta del cosiddetto qere perpetuo: una sorta di errata-corrige che sostituisce il tetragramma sacro con un diverso appellativo.
Oggi la tendenza nel giudaismo è quella di usare il sostituto hašem «il Nome (sia benedetto)», oppure «Santo Nome».
Geova?
La forma errata jehowah «Geova» ebbe origine perché i cristiani del Rinascimento non capirono la lezione masoretica e non ne tennero conto. I masoreti (sono coloro che hanno vocalizzato il testo ebraico aggiungendo annotazioni a margine) tuttavia non inserirono esattamente le vocali richieste dalla loro pronuncia. Se lo avessero fatto il risultato sarebbe stato jahowah, infrangendo così il tabù che essi volevano evitare se la prima sillaba avesse contenuto una vocale di suono a. Perciò scrissero jehowah usando, per così dire, il segno vocalico più neutro che conoscevano lo šewa. Anche la grafia jehowih per ’elohim non infrange il tabù. Queste grafie pertanto provano indirettamente che la prima sillaba non contiene una «e» o un suono vocalico affine .

* Adotto una traslitterazione semplificata dell’ebraico che rileva le consonanti mentre per le vocali non distingue la loro lunghezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Genesi 3

La sentenza sull’uomo e l’arida disarmonia del creato: Gen 3,17-19

¹⁷ All’uomo disse: «Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato: “Non devi mangiarne”, maledetto...

La sentenza sulla donna e la prospettiva di una madre soffocante: Gen 3,16

Con la maledizione sul serpente si dichiara che la bramosia è nemica di Dio e dell’umanità (cfr. Gen 3,15). Le sentenze sulla donna e...

La sentenza sul serpente (Gen 3,14-15), un annuncio di speranza

Emersa la verità, Yhwh Elohim può rendere giustizia e lo fa partendo dal serpente, per passare poi alla donna e al terrestre. Ritorna l’ordine...

L’inchiesta. Gen 3,8-13

L’interpretazione tradizionale e moderna legge in questi versetti una sorta di «inchiesta» condotta da Yhwh Elohim. I personaggi compaiono in ordine inverso rispetto alla...

Un tragico risveglio: Gen 3,7

La prima conseguenza della trasgressione è la realizzazione della seconda promessa fatta dal serpente: «si apriranno i vostri occhi» (Gen 3,5). In effetti gli...