Roberto Tadiello

Roberto Tadiello
296 ARTICOLI4 Commenti

Debora la giudice coraggiosa di Israele

Il libo dei giudici si occupa del periodo che va dalla morte di Giosuè alla istituzione della monarchia in Israele (1200-1025 a.C.) e presenta fatti staccati e particolarmente importanti relativi a dodici "giudici" di cui sei appena ricordati. I "giudici" erano capi militari e politici che Dio suscitò in quel...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (seconda parte)

La disobbedienza che salva Questa pulizia etnica viene affidata a due levatrici, di cui il narratore ci offre i nomi: «Sifra» (shifra «la bella») e Pua (puàa «splendore o ragazza»). Per la prima volta, sulla scena appaiono due donne, sono le prime di una galleria di personaggi femminili, che, pur...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (terza parte)

Il timor di Dio presuppone la sacralità della vita. Preservare la vita di questi bambini assume priorità sull’editto omicida di una persona importante e molto potente, anche a costo delle proprie vite. Una tale non-conformità alla legge decretata da un potere umano è fondata in una teologia della creazione,...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (quarta parte)

Suspense… Il timore di Dio, vincente, in questo episodio, non ferma il disegno omicida del Faraone che, anzi, diventa ancor più micidiale (v. 22). Solo ora egli dà l’ordine al suo popolo e la richiesta di brutalità, di violenza e di morte diventa esplicita: l’uccisione pubblica di tutti i neonati...

Es 1,8-14: Giacevano in una casa di schiavitù (prima parte)

8 Allora sorse sull'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 E disse al suo popolo: «Ecco che il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più forte di noi. 10 Facciamoci più scaltri di lui per impedire che aumenti, altrimenti, in caso di guerra, si...

Es 1,8-14: Giacevano in una casa di schiavitù (seconda parte)

Un lavoro da schiavi Il re non perde tempo nell’attuare la sua nuova politica. Le sue paure prendono la forma di un sistema oppressivo (v. 11). Gli israeliti sono costretti a partecipare alla costruzione di «città-deposito», con i loro palazzi, santuari e magazzini (v. 11). Le città di Pitom e...