Home Esodo

Esodo

Mosè salvato dalle acque (terza parte)

Mosè tra il Faraone e i fratelli oppressi Il testo biblico passa sotto silenzio la giovinezza di Mosè, ma le leggende ebraiche, riflesse nel Nuovo Testamento, dicono che egli era «istruito in tutta la sapienza degli egiziani» (At 7,22). La sua educazione lo avrebbe messo in contatto con l’universo culturale...

Mosè salvato dalle acque (quarta parte)

Un racconto carico di ironia Un ultima parola vorrei spenderla a proposito dell’elemento ironico del racconto di cui spesso ho parlato. Esso ha lo scopo di rilevare l’ironia di Dio: Dio utilizza i deboli, ciò che è umile e disprezzato nel mondo per far arrossire i potenti (cf. il canto...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (prima parte)

15 Poi il re d’Egitto disse alle levatrici degli Ebrei, delle quali una si chiamava Sifra e l’altra Pua: 16 «Quando assistete al parto delle donne ebree, osservate quando il neonato è ancora tra le due sponde del sedile per il parto: se è un maschio, lo farete morire;...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (seconda parte)

La disobbedienza che salva Questa pulizia etnica viene affidata a due levatrici, di cui il narratore ci offre i nomi: «Sifra» (shifra «la bella») e Pua (puàa «splendore o ragazza»). Per la prima volta, sulla scena appaiono due donne, sono le prime di una galleria di personaggi femminili, che, pur...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (terza parte)

Il timor di Dio presuppone la sacralità della vita. Preservare la vita di questi bambini assume priorità sull’editto omicida di una persona importante e molto potente, anche a costo delle proprie vite. Una tale non-conformità alla legge decretata da un potere umano è fondata in una teologia della creazione,...

Es 1,15-22: Il coraggio di due donne (quarta parte)

Suspense… Il timore di Dio, vincente, in questo episodio, non ferma il disegno omicida del Faraone che, anzi, diventa ancor più micidiale (v. 22). Solo ora egli dà l’ordine al suo popolo e la richiesta di brutalità, di violenza e di morte diventa esplicita: l’uccisione pubblica di tutti i neonati...