Home Esodo

Esodo

Es 1,8-14: Giacevano in una casa di schiavitù (prima parte)

8 Allora sorse sull'Egitto un nuovo re, che non aveva conosciuto Giuseppe. 9 E disse al suo popolo: «Ecco che il popolo dei figli d'Israele è più numeroso e più forte di noi. 10 Facciamoci più scaltri di lui per impedire che aumenti, altrimenti, in caso di guerra, si...

Es 1,8-14: Giacevano in una casa di schiavitù (seconda parte)

Un lavoro da schiavi Il re non perde tempo nell’attuare la sua nuova politica. Le sue paure prendono la forma di un sistema oppressivo (v. 11). Gli israeliti sono costretti a partecipare alla costruzione di «città-deposito», con i loro palazzi, santuari e magazzini (v. 11). Le città di Pitom e...

Il paese brulicava di figli d’Israele: Es 1,1-7 (prima parte)

«1Questi sono i nomi dei figli d’Israele entrati in Egitto con Giacobbe e arrivati ognuno con la sua famiglia: 2Ruben, Simeone, Levi e Giuda, 3Issacar, Zàbulon e Beniamino, 4Dan e Nèftali, Gad e Aser. 5Tutte le persone nate da Giacobbe erano settanta, Giuseppe si trovava già in Egitto.  6Giuseppe...

Il paese brulicava di figli d’Israele: Es 1,1-7 (seconda parte)

La proliferazione segno di vita e benedizione Il v. 7 è un tripudio di affermazioni sulla crescita del popolo. Cinque verbi, in un solo versetto, sono utilizzati per raccontare uno straordinario incremento numerico, mentre più avanti nelle piaga delle rane si narrerà la loro crescita con un solo verbo (Es...

Il paese brulicava di figli d’Israele: Es 1,1-7 (terza parte).

L’inizio di un compimento Dio aveva promesso ad Abramo non solo la numerosa discendenza ma anche una terra («Darò a te e alla tua discendenza il paese dove sei straniero, tutto il paese di Canaan in possesso perenne; sarò il vostro Dio», Gen 17,8); inoltre «all’origine», la benedizione di Dio...